Le Anguane

Le Anguane

 Le Anguane (o agane, subiane, gane) i è creature legendarie, magiche. L'è le custodi e le signore asociè al culto de l’acqua. In certi posti le ven ciamè Bele Butele e in altri i è le “strie”.

I è done belisime e dai atraenti cavei longhisimi. Al posto dei piè le ga le i socoli de cavra. Iè vestie con vesti bianche quasi trasparenti come l’acqua o adiritura le se querse con le foie e le erbe. Però ghe anca ci dise che iera done mese retili, con i piè de cavra messi al contrario, con le mamele così longhe che le se le butava detrio la schena e sempre vestie de nero.
Le abita nele caverne, nei boschi, visin a laghi apini,  fiumi, torenti, sorgenti de acqua dove le lava i so vestiti bianchissimi e anca quei dela gente dei vilagi visini a dove le stava lore.  Dopo averli lavè, le le stende sui ragi invisibili dela luna. Le anguane le aiutava anca le done dei vilagi a cardar e filar la lana, però sempre e solo de note. Ala matina quando sonava l’Ave Maria le se ritirava nei so covi.

 

le Anguane

Quando ghe la luna piena le bala e le canta, con canti amalianti, tute in cerchio.
Le conose le proprietà curative dele erbe e le ga insegnà ai omeni a fare el formaio. A volte le se sposa anca con i omeni però dopo un poco le sparisse e no le trona più.
Se qualcuno le spia de note finchè le lava e le stende el bucato le se rabia, le diventa cative e le se mete a sigar fin a farte strordir!.... eco parchè a volte quando qualcuno al parla forte o l’urla  se dise “te sighe come n’anguana!”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi